Jackpot Casino Online


I Migliori Casino Online Italiano, 300% di Bonus sul Primo Deposito

 

Baccarat
Come avviene per tante altre cose ed i giochi da casinò non fanno eccezione, sull’origine del Baccarà si hanno pareri discordi, tuttavia è possibile dar per certi alcuni degli elementi confermati dalle ricostruzioni storiche. Secondo quanto affermato dalla letteratura esistente in materia, il Baccarà deriverebbe da altri due giochi europei, il “chemin de fer” (ferrovia) ed il “punto banco”. Dall’unione dei due sarebbe nato il gioco che conosciamo oggi e che da qualche decennio ha preso il nome di – Baccarat – che in realtà è un adattamento dell’ancestrale parola italiana “baccara”, il cui significato è “zero” o “niente”, un riferimento al peggior risultato possibile in questo gioco.

 

Origini del gioco
Le prime partite di Baccarà sembrano siano state giocate molto tempo prima del 1490, anno in cui gli italiani avrebbero portato il gioco in Francia, dove è entrato a far parte dei giochi in voga nell’alta società . Ufficialmente il Baccarà sarebbe stato presentato quasi cinque secoli più tardi, nel 1959, a Las Vegas, la “città del peccato”. In questa località del Nevada, il gioco arrivò quasi un anno dopo la comparsa del “chemin de fer” nei casinò nordamericani . La grande differenza tra questi giochi è che nel “chemin de fer” i giocatori tentano soprattutto di sconfiggere i propri avversari e non il banco, al contrario di quanto avviene nel Baccarat dove l’obiettivo principale è vincere il banco. Ad ogni modo, c’è chi crede che il gioco sia una variante del “vingt-et-un” (ventuno), un gioco di carte francesi in cui l’obiettivo è riuscire a giocare una “mano” ottenendo 21 punti prima degli avversari, senza che tale punteggio venga superato . La somiglianza tra i due giochi sta nel dover raggiungere un punteggio prefissato, difatti nel Baccarat l’obiettivo principale è puntare sulla “mano” che si suppone abbia il numero più vicino al nove.

 

Come giocare?
Il gioco è abbastanza semplice, fatto questo che lo rende più accattivante, anche per i giocatori con meno esperienza. Il Baccarat è giocato con sei (per tavoli semplici) o otto mazzi da 52 carte (per tavoli doppi) che sono ritirate dal “sabot” o distributore (lo stesso utilizzato nel blackjack), dal croupier. I partecipanti possono solamente puntare sul Banco, sul Punto o sulla Parità, uniche combinazioni possibili. Questa variante è giocata tra il giocatore ed il croupier in una sfida che si basa sul tentativo di raggiungere per primi i nove punti, senza superarli. Per iniziare la partita, il giocatore deve scegliere una delle tre alternative di puntata, di seguito sono consegnate due carte, al giocatore (Punto) ed al croupier (Banco). Il giocatore guarda sempre le carte per primo, pertanto nel caso in cui ottenga 8 o 9 con le carte ricevute, è automaticamente il vincitore e non vengono distribuite altre carte . Se ciò non accade, dopo aver distribuito due carte, Punto e Banco devono sommare i punti delle due carte ricevute, inoltre il croupier può dare una terza carta al giocatore. Dopodiché, si sommano nuovamente i punti, vince colui che si sarà avvicinato di più al nove. Bisogna precisare che il punteggio è definito dal numero presente sulle carte (da 2 a 9)mentre le figure ed il dieci valgono 0 punti e l’Asso vale 1 punto.

 

Vincite
Se la mano vincente (quella che si avvicina di più al nove) appartiene al Punto, la vincita del giocatore viene pagata 1 a 1. Se la mano più vicina al nove è del Banco, anche in questo caso la vincita viene pagata 1 a1 ma il casinò ritirerà il 50 % della somma in premio, in ogni giro che il Banco vince con un punteggio di carte uguale a cinque. In caso di pareggio tra Punto e Banco, se il giocatore ha puntato sul Pareggio, gli è attribuita una vincita di otto volte superiore alla puntata iniziale.

 

Varianti del Baccarat
Le regole e le modalità di gioco riportate si riferiscono alla variante di Baccarat più giocata in tutto il mondo, il Baccarat Punto e Banco/Macao. Però esiste anche il Baccarat Chemin de Fer, il Baccarat Punto e Banco, il Mini-Baccarat ed il Baccarat come Gioco Privato (giocato in casa, con amici). Le differenze sono minime, ma vale comunque la pena studiare le varie versioni, le cui principali differenze risiedono nel tipo di puntata e si estendono anche alla proporzione delle vincite e ad alcune regole del gioco, nonostante le differenze non siano significative. Ad ogni modo, bisogna considerare tutte le diversità, poiché potranno cambiare in modo sostanziale le ipotesi di vincita di una partita, ossia quello che tutti desiderano quando giocano. È un gioco di carte semplice durante il quale il giocatore ha tre possibilità di scelta: puntare sul BANCO, sul PUNTO o sul PAREGGIO. Sono utilizzati otto mazzi di carte. Il croupier prende le carte da un sabot. All’inizio di ogni giocata, a ciascun gruppo del PUNTO e del BANCO vengono distribuite due carte, una alla volta in modo alternato cominciando dal gruppo del PUNTO, che sarà sempre il primo a vedere le carte. Se il punteggio di una delle "chances" è di 8 o 9, sarà immediatamente annunciato e non verranno distribuite altre carte. Se il PUNTO ha raggiunto un punteggio da 0 a 5 riceverà sempre una terza carta per poter raggiunger un 6 o un 7, mentre la terza carta per il BANCO sarà distribuita in base alla terza carta pescata dal PUNTO, secondo i valori qui di seguito elencati. Vincerà chi si avvicina di più al punteggio di 9. Le puntate vincitrici per la "chance" PUNTO, sono pagate in proporzione di 1 a 1. Le puntate vincitrici giocate dal BANCO, sono pagate anch’esse in proporzione di 1 a 1, ma il Casinò detrarrà il 50% dell’importo totale dei premi in ogni rilancio vinto dal gruppo del banco che ha raggiunto un punteggio di 5. Se il punteggio finale è lo stesso, sia per il PUNTO, che per il BANCO, si tratterà di un PAREGGIO. Vincerà chi avrà puntato sul pareggio e riceverà un premio pari a 8 volte la puntata.

 

Se si è puntato sul giocatore e costui vince la mano , il premio corrisponderà al valore della puntata. Se si è puntato sul banco e in quella mano è vincente, si vince la somma puntata, meno una commissione del 5%. Se si è puntato su un gioco nullo per il banco ed il giocatore, si vince 8 volte la somma scommessa! * Regola della 3ª carta: in funzione dei punti calcolati dopo la prima mano di carte, il croupier ha facoltà di distribuire una terza carta al giocatore e/o al Banco. Il croupier distribuisce la carta scoperta, prima al giocatore e poi, se necessario, al Banco.

 

Il valore delle carte è: Asso = 1 Re, Regina, Fante e 10 = 0 Restanti carte = il valore corrisponde al numero della carta.

 

Il giocatore di ogni gruppo che ha la puntata più elevata, se è seduto, riceverà le carte , ma le dovrà tenere sul tavolo. La carta addizionale, sia per il PUNTO, sia per il BANCO, dovrà sempre esser tenuta separata dalle due carte distribuite inizialmente.

 

Nei tavoli di "Mini" e "Midi" Punto e Banco le carte non saranno distribuite ai giocatori, sarà il banchiere a scoprire (in una "zona" del tavolo da gioco riservata allo scopo) le carte relative alle puntate del gruppo Punto e del gruppo Banco.

 

Per giocare una partita a Baccarat è necessario collocare la puntata nelle mani del banchiere ("Banker"), nelle mani del giocatore ("Player") o puntare sul gioco nullo ("Tie"). Di seguito il croupier distribuirà al giocatore ed al banchiere due carte che sommate, daranno il punteggio totale . In funzione di questo totale , il croupier darà una terza carta al giocatore, al banchiere o ad entrambi. In seguito vengono nuovamente contati i punti di ciascun partecipante . Chi possiede il punteggio totale più vicino al 9 è il vincitore. Derivato dai giochi europei "chemin de fer" e "punto banco", il Baccarat è un gioco misterioso, un enigma per gran parte dei giocatori, nonostante il successo riscosso nei casinò americani. Con l’aiuto di questo articolo scoprirete il segreto del Baccarat e potrete diventare persino dei giocatori vincenti. Cominciamo raccontandovi una breve storia del gioco. Baccarat è la versione francese della parola italiana "baccara" o "zero". Essa si riferisce ai numeri delle carte del mazzo. Il gioco nasce nel 1490, quando il baccarà italiano viene divulgato in Francia , dove diviene il gioco preferito dai nobili durante il regno di Carlo VIII. Il Baccarat viene presentato ufficialmente per la prima volta a Las Vegas, nel 1959, quasi un anno e mezzo dopo il debutto del "chemin de fer" nei casinò. I due giochi erano famosi nei casinò illegali dell’est americano. Il "chemin de fer", predecessore diretto del Baccarat giocato negli Stati Uniti , è molto simile. La differenza maggiore risiede nel fatto che i giocatori puntano tra di loro più che contro il mazziere ed il casinò guadagna una commissione sui clienti che sostentano il banco. "Chemin de fer" venne presentato a Las Vegas negli anni ‘50 e fu immediatamente seguito dal Baccarat. Il Baccarat continua ad essere popolare nei casinò europei.

 

Somiglianze col ventuno. Molte persone pensano che il Baccarat sia una variante del vingt-et-un, il gioco francese del ventuno. Questo rende il Baccarat un “cugino” del ventuno . Nel ventuno i giocatori tentano di vincere il mazziere arrivando il più vicino possibile al 21 (senza superare quel punteggio). Nel Baccarat, i giocatori puntano sulla mano che ritengono più vicina al nove (la mano del banco o quella del giocatore) . Nonostante ci siano molte differenze tra i due giochi, le somiglianze fanno pensare ad un origine comune.